venerdì, dicembre 01, 2006

Robotica antropomorfa

Robotica antropomorfa, un esame che avevo messo nel piano di studi per due ragioni: mi affascinava l'idea di saperne qualcosa di più su Robbie (nella foto), e perché il docente aveva la reputazione di persona equilibrata (tra ingegneri, come sapete, a volte succede).

Alla fine di robot ne ho visti ben pochi, ma ho scoperto tante altre cose interessanti, come le reti neurali. Nessun simpatico umanoide di ferro, però.

Adesso, apprendo che decenni di serissimi studi scientifici hanno finalmente trovato un'applicazione nella vita pratica: il Robosapien, il robot che fa i rutti e scoreggia; come dice l'articolo the first robot capable of both farting and belching. If these forms of communication fail him the robot can also manage "fluent international 'caveman' speech".
Che bello, finalmente possiamo metterci in casa un vero cavernicolo artificiale!
Siamo però ai limiti delle leggi della robotica formulate da Asimov: in fondo una scoreggia puzzolente può arrecare danno agli esseri umani e quindi contravvenire alla prima legge. Le farà forse profumate?

5 commenti:

pigher ha detto...

costerà caro?

ferdi ha detto...

pigher non so quanto costera`....ma se vuoi posso ruttare e scoreggiare a prezzi molto competitivi anche a domicilio!!

pigher ha detto...

ma ti fai pagare all'ora o a cottimo?

gimmi ha detto...

Ho appena letto delle vere e proprie
scoregge da fantascienza
, nessun robot, ma solo dei rarissimi pallonari umani possono spararle:
NEL 2009 le stazioni ferroviarie di Principe e Brignole non saranno più semplici luoghi di passaggio per pendolari frettolosi, ma scintillanti templi dello shopping, della cultura e del tempo libero. Piazze aperte alla città, dotate di servizi e parcheggi. Punti di incontro tra la gente e crocevia di interscambio tra le diverse modalità di trasporto: treno, bus, auto e metropolitana.

Ale ha detto...

grande gimmi